Crema del pastore è il nuovo gusto gelato dedicato al Papa

crema del buon pastoreTorna Palmiro Bruschi, il gelatiere già vincitore della Coppa del Mondo nonché consulente globetrotter di gelateria, a far parlare di sé con una nuova iniziativa.
Il prossimo 13 maggio il Santo Padre Benedetto XIX in occasione della visita a San Sepolcro troverà ad aspettarlo un gusto a lui dedicato, anche nel nome,  la Crema del Pastore. Visita programmata per festeggiare i 1000 dell’abbazia intonro alla quale è sorta la città.
Realizzata con i migliori prodotti toscani sarà composta “da una classica crema toscana, una base bianca di latte e panna unita, unita a una salsa al Gran Liquore del Pastore (prodotto da Borsiliquori a Castagneto Carducci, Livorno, con latte puro, zucchero, vanillina, limoni non trattati; www.borsiliquori.it), guarnita da una cialda “dei Desideri” di Montecatini, Pistoia (biscottini piatti e rotondi tipici del famoso centro termale preparate dalla famiglia Desideri a Chiesina Uzzanese, www.cialdedesideri.it), e volendo presentata su una ghiacciata agli agrumi.”

La gelateria di Palmiro, aperta dalla sua famiglia nel 1981, si trova a San Sepolcro, la città che la leggenda narra sia stata fondata da due pellegrini al ritorno dalla terra santa, che crearono qui un abbazia , che i testi documentano dal 1012.
E questa è stata l’ispirazione per la creazione del nuovo gusto.

Palmiro Bruschi presenta la Crema del Buon Pastore

Nella foto Palmiro Bruschi e una suora che ha partecipato ad un suo corso presso la scuola di alta cucina “cordon Blue” di Firenze, che ha gli ha dato alcuni consigli per sottoporre il gelato al protocollo vaticano

[fonte Gambero Rosso – foto facebook P.Bruschi]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *