Grom chiude la prima gelateria aperta in USA a New York

chiusura grom new yorkImprovvisa chiusura, dopo 6 anni dall’apertura, lo scorso 18  novembre, della prima gelateria americana di Grom a  New York nell’Upper West Side.

Ignote le cause della decisione per l’azienda italiana che rimane presente nella Grande Mela con il punto vendita di Bleecker Street nel Greenwich Village e il chiosco mobile (di cui avevamo parlato) a ridosso di Central Park, e che preannuncia per la prossima primavera nuove aperture in locations diverse per poter avere locali più grandi.

In passato molte sono state le critiche dei pragmatici newyorchese per gli prezzi alti dei gelati (nonostante la qualità degli ingredienti utilizzati) riportate dai media come il NYTimes e il servizio giudicato lento.

[fonte newyork.seriouseats.com via dissapore.com | foto myupperwest.com ]

2 thoughts on “Grom chiude la prima gelateria aperta in USA a New York

  1. non so quale fosse il prezzo del gelato a NY, ma pensare di vendere del gelato di alta qualità del Grom agli americani, è come dare delle perle ai porci. Se ci aggiungete la lentezza del servizio (dovuto al fatto che Grom non usa sostanze chimiche e quindi i ragazzi devono mescolare molto il gelato per poterlo mettere sul cono), il flop è assicurato.
    Mio cugino che è nato a NY 40 anni fa aprì una pizzeria di asporto con forno a legna 15 anni fa.. Chiuse dopo 6 mesi

  2. Basta con questa favola di Grom è così costa tanto e il servizio è lento.. è proprio così… È tutto fatto apposta naturalmente.
    Più ci si mette a fare un cono più si forma la fila e così via…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *