I primi prezzi della Nocciola: 200 euro il quintale la Piemonte, 170 euro la Tonda Gentile Romana

raccolta meccanica delle Nocciole

AGGIORNAMENTO SETTEMBRE 2014: l’aumento dei prezzi in seguito alle gelate in Turchia – CLICCA QUI

Cominciano ad arrivare le prime quotazioni della Nocciola Piemonte e i dati di raccolta della Tonda Gentile Romana dal Lazio, precisamente dalla zona della Tuscia in provincia di Viterbo (terza coltivazione per importanza, dopo grano duro e olivo) che ha il primato nazionale per quantitativi prodotti .
A Fiera di Castagnole Lanze (Asti)  la Tonda e Gentile è stata battuta a 200 euro il quintale, in seguito alle prime proiezioni  che stimano in 160mila quintali il raccolto di quest’anno (contro i 7 milioni della Turchia, leader del mercato).

Pier Giorgio Mollea della “Nocciole Marchisio” (uno delle maggiori aziende di lavorazione della materia prima, sita a Cortemilia CN) ha dichiarato al quotidiano LaStampa:
Un quintale di nocciole costerà sui 200-210 euro. Ma è sbagliato sostenere che il prezzo può arrivare a 230 al quintale. Non c’è alcun fondamento commerciale: nessuno ha pagato quelle cifre e non c’è stata nessuna richiesta. In Turchia la produzione è cresciuta del 30% e sono aumentate anche quelle di Campania e Lazio. I nostri prezzi non possono che risentirne e con probabilità saranno mantenuti nel tempo. In più, abbiamo in media 2 gradi in meno di resa alla sgusciatura rispetto allo scorso anno”.

interno azienda "Nocciole Marchisio"

interno azienda “Nocciole Marchisio”

Gli scarsi dati di raccolta (meno 30%) delle zone pianeggianti dell’astigiano di cui accennavamo giorni fa, saranno bilanciati dai quantitativi delle zone dell’Alta Langa, dove si concentrano i due terzi del totale dei noccioleti piemontesi.

Anche nel centro Italia si stanno tirando le somme della stagione, tanto che nel Viterbese  i dati sono molti inferiori rispetto alla scorso anno, quando si assistette ad una stagione di raccolto eccezionale (si sfiorarono i 450mila quintali, con resa di 470-480 grammi di frutto ogni chilogrammo di nocciole in guscio e il prezzo medio, al netto delle oscillazioni di mercato, si attestò intorno ai 270 euro al quintale), con prezzi elevati per la scarsità di prodotto a livello mondiale.
Quest’anno, in parte per colpa della gran siccità che ha colpite queste terre nonchè dalla sostituzione delle piante con castagneti da frutto, si perderanno dai 150mila ai 190mila quintali di prodotto arrivando ad un totale stimato tra i 260 e i 300mila quintali di raccolto.
Questi dati, rapportati soprattutto alla produzione monstre della Turchia di cui scrivevamo prima, spingerà verso il  basso il prezzo medio della nocciola che dovrebbe attestarsi intorno ai 170 euro per quintale.

[fonte LaStampaViterbonews24.it]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *