Lick me I’m delicious, la vera storie dietro il gelato al Viagra (e si parla anche di azoto liquido)

gelato azoto viagra charlie francis

Ha fatto il giro del mondo la notizia della creazione da parte dell’inventore gallese Charlie Harry Francis di Lick Me I’m Delicious del primo gelato al Viagra aromatizzato allo champagne.
Ogni pallina di questo gelato dal colore blu, realizzato su richiesta per allietare un importante party di cui è stato richiesto di non divulgare ulteriori informazioni, contiene una dose di 25 mg di Viagra.
Non è la prima volta che Francis (che coreograficamente si presenta sempre con una tuba come copricapo)  si diletta nell’inventare gusti stravaganti, o ad utilizzare ingegnosi sistemi di raffreddamento al posto dei comuni mantecatori, come la polvere estinguente di un estintore.

gelato fosforescente al buio medusa

Lo scorso novembre aveva presentato in occasione di Halloween un gelato luminoso, la cui idea era nata dopo aver letto gli studi di una ricerca cinese sull’uso delle proteine che permettono a plancton e meduse di emettere, una volta mosse insieme all’acqua del mare, una luminescenza giallo-verde.
A suo dire però l’impiego nel gelato (declinato nei vari gusti più disparati), in attesa di avere a disposizione degli studi medici sulla non tossicità del prodotto, rimane molto costoso in quanto fa lievitare il prezzo di un singolo cono fino alla cifra di 140 sterline.
Charlie Francis realizza i suoi gelati utilizzando la tecnica dell’azoto liquido: è stato il primo a creare una sorta di gelateria mobile pronta all’uso stand-alone.
gelateria mobile azoto liquido
‘Avevo una visione, costruire una macchina che potesse creare ogni sorta di gusto gelato istantaneamente, ed ho trovato la soluzione, grazie al suggerimento di un amico chef che mi ha raccontato dell’utilizzo che ne hanno fato molti stellati (il più famoso, Heston Blumenthal), nell’azoto liquido.

Il primo congegno inventato è stata la gelateria portatile all’azoto, completamente impacchettabile e ricomponibile in un ora, e adatta a servire gelato per almeno 100 persone.
In seguito grazie ai soldi del premio Shell LiveWIRE (creato per finanziare le idee innovative di giovani imprenditori), sono riuscito a costruire la seconda macchina, il primo carretto gelato all’azoto liquido motorizzato al mondo.
Questo veicolo viaggia ad una velocità di 10Km/ora, e può servire gelato per 200 persone.’

carretto gelato motorizzato azoto liquido
Il sistema ‘inventato’ da Francis (che è già al lavoro per realizzare un terzo congegno) utilizza alcune planetarie della Kitchen Aid (come Chin Chin Labs a Londra) opportunamente personalizzate alle quali ha collegato degli erogatori di azoto liquido che immettono direttamente con degli ugelli il gas prelevato dal serbatoio nelle bacinelle in cui ‘mantecare’ il gelato.

gelato planetarie azoto liquido
Un’attrezzatura pratica e facilmente trasportabile che gli ha permesso di essere chiamato a presentarla diverse volte in tv in programmi come quello di Jamie Oliver (Food Fight), ed essere presente in molte eventi e location diverse, come al The Lab insieme allo chef Renè Redzepi del Noma, alla Science and Nature Festival nel Suffolk, alla Disney beach teen movies, all’Olympic Park , e alla King’s Cross Ice Cream Festival del 2012 di Londra.

[credit: theguardian.com | immagini: lickme i’m delicious]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *