Saranno Carpigiani e Sigep i nuovi partner 2017 di Gelato Festival

Gelato Festival, la prima manifestazione itinerante dedicata al gelato, ha siglato un accordo di collaborazione con Sigep, il salone internazionale di gelateria, pasticceria, e con Carpigiani, nuovi partner strategici a partire dal 2017.

gelato festival accordo carpigiani sigep
Un annuncio che ha fatto scalpore, considerato che da quando il GF è diventato itinerante grazie alla costruzione di un innovativo laboratorio mobile (il ‘Buontalenti‘) per la produzione del gelato, i mantecatori erano sempre stati forniti da Bravo.
L’accordo firmato tra il suo ideatore, Gabriele Poli, Lorenzo Cagnoni, presidente di Italian Exhibition Group per conto di Sigep e Andrea Cocchi, Direttore Generale Carpigiani Group, sancisce il ritorno dell’azienda bolognese leader nella produzione di machine di gelateria e pasticceria, che già aveva affiancato la manifestazione quando si chiamava ancora Firenze Gelato Festival. In questa ultima edizione il tour come un podista acciaccato ha avuto un po’ il ‘fiato corto‘, segno forse che il format comincia a dare segni di stanchezza.

sigep gelato festival carpigiani
La nostra presenza al Gelato Festival non sostituisce ma si affianca al Gelato World Tour (l’altro grande evento dedicato al gelato, su scala intercontinentale inventato da Sigep e Carpigiani) che continuerà a percorrere la sua strada –
ci ha raccontato Achille Sassoli responsabile eventi di Carpigiani – con le selezioni italiane ospitate dai nostri concessionari sul territorio nazionale, le tappe internazionali in tutti e 5 i continenti e la finalissima a Rimini nel 2017.
Il GWT verrà così affiancato dal Gelato Festival, di cui sfrutteremo l’agilità organizzativa per andare a sondare nuovi mercati principalmente europei.
Inghilterra, Germania, Polonia, ma penso anche ad aprirsi a tappe in alcune città della Spagna non ancora toccate, con nel mirino l’obiettivo di spingerci, perchè no,  fino in Russia.

In Italia ci sono già molti altri eventi con protagonista il gelato di grande importanza come lo Sherbeth Festival, dove siamo presenti con le nostre macchine, per cui duplicati nel nostro Paese sono inutili.
Rimanendo salva la tappa di Firenze, e considerando una seconda quella di Milano, la priorità è quella di puntare fuori dai confini nazionali.’

gelato world tour china
Quale sarà l’apporto che il ritorno di Carpigiani darà al Gelato Festival?
‘ Noi arriviamo con l’idea di dare una nuova forza alla manifestazione che deve continuare ad essere una grande festa popolare, a differenza di Gelato World Tour dai risvolti più tecnici. Vogliamo che diventi non solo una vetrina dell’italianità del gelato, ma anche un veicolo di cultura. Abbiamo in cantiere grandi progetti studiati insieme a Luciana Poliotti (curatrice del Gelato Museum) per raccontare in ogni tappa perchè il gelato è un prodotto della cultura gastronomica italiana di cui dobbiamo andare fieri.’

il laboratorio mobile di gelateria Buontalenti
Dopo l’era trittico di Bravo come cambierà il sistema di produzione del Tour sul ‘Buontalenti’?
‘Dal punto di vista tecnico nuovo sarà l’allestimento che stiamo studiando per massimizzare al massimo gli spazi del laboratorio mobile dedicato alla produzione, che sarà dotato di 4 pastorizzatori e 4 mantecatori per permettere ad otto gelatieri di lavorare in contemporanea. Nel caso di previsioni di importanti afflussi di pubblico in determinate tappe, siamo pronti ad ampliarlo con ulteriori tensostrutture a terra dove ospitare altre macchine e svolgere le attività (scontata la presenza della Carpigiani Gelato University nda) che porteremo avanti durante il tour’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *